Classificazione Agriturismi: ecco per tutti i Girasoli

Il 6 agosto la Regione Emilia Romagna ha pubblicato la delibera sulla nuova classificazione per gli Agriturismi che modifica l’art. 18 della L.R.4/2009. Lo ricorda Agriturist Ferrara, l’Associazione per l’Agriturismo di Confagricoltura.

Finalmente si è arrivati ad una classificazione nazionale di queste strutture che fino ad oggi hanno usufruito di una differente classificazione regionale, creando nel consumatore/turista non poca confusione.

Dopo un iter lunghissimo, l’Agriturismo Italia sarà classificato in “Girasoli”, un unico simbolo per tutta la penisola. La classificazione delle aziende agrituristiche deve, come già avviene per la classificazione degli alberghi, dare al pubblico una “idea complessiva di massima” del livello di comfort (comodità dell’accoglienza), varietà di servizi (animazione dell’accoglienza) e qualità del contesto ambientale (natura, paesaggio, tranquillità) che ciascuna azienda è in grado di offrire. Come le stelle per gli alberghi, anche i girasoli per gli agriturismi andranno da 1 a 5. La griglia con cui le strutture si autocertificheranno, prevede un punteggio specifico anche per il contesto ambientale in cui si colloca la struttura e alcuni parametri propri dell’agriturismo come, nel caso di ristorazione, l’utilizzo di prodotti del territorio.

“Finalmente anche l’Agriturismo avrà una sua classificazione unitaria – afferma Paola Pedroni Presidente di Agriturist Ferrara ed Emilia Romagna – Questo permetterà ai turisti di scegliere in modo più consapevole la struttura in cui soggiornare. Tra gli scopi espressi dalla deliberazione regionale, c’è quello di valorizzare la caratterizzazione agricola del contesto di accoglienza, che rappresenta una delle “attese” più significative di chi sceglie l’agriturismo per le proprie vacanze”.

Cosa deve fare un agriturismo per adeguarsi alla nuova certificazione? Deve essere compilata una autocertificazione rispondendo alla griglia impostata dalla nuova normativa ed inviare il tutto al proprio Comune di riferimento. Una volta calcolata la categoria di appartenenza (da 1 a 5 girasoli) è necessario adeguare anche il cartello segnaletico con il nuovo simbolo di Agriturismo Italia.

Agriturist, la prima Associazione italiana del settore, attraverso i propri referenti provinciali supporterà gli agriturismi nella compilazione dell’autocertificazione per ottemperare i nuovi obblighi di legge.